Porta – Vladimir Mayakovsky

Gli strati d'acqua sotto la pancia erano.
Sono stati lacerati in onde da un dente bianco.
Ci fu un ululato di tromba, come se stesse suonando
amore e lussuria tubi di rame.
Barche coccolate negli ingressi
ai capezzoli delle madri di ferro.
Nelle orecchie dei piroscafi assordati
orecchini con ancora ardente.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Mikhail Lermontov