Nessuno sarà in casa – Boris Pasternak

Nessuno sarà in casa,
Tranne il crepuscolo. uno
Giornata invernale in apertura passante
Tende svestite.

Solo grumi bagnati bianchi
Volano veloce,
Solo tetti, neve, e, Oltretutto
Tetti e neve, nessuno.

E di nuovo il gelo traccerà,
E di nuovo mi trasformerà
L'oscurità dell'anno scorso
E gli affari dell'inverno sono diversi.

E pungono ancora oggi
Non rilasciato dalla colpa,
E la finestra sulla croce
Schiaccerà la fame di legno.

Ma all'improvviso sul sipario
I brividi dell'invasione correranno,-
Silenzio a passi.
voi, come il futuro, entra.

Apparirai dalla porta
In qualcosa di bianco, nessuna moda,
In qualcosa, davvero una di quelle cose,
Da cui vengono cuciti i fiocchi.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Mikhail Lermontov