borgo – Boris Pasternak

Il ronzio si placò. Sono salito sul palco.
Appoggiato allo stipite della porta,
Colgo in un'eco lontana,
Cosa succederà nella mia vita.

Il crepuscolo della notte è tramontato su di me
Con mille binocoli sull'asse.
Se solo possibile, Questo padre,
Porta questa tazza.

Adoro il tuo piano ostinato
E accetto di interpretare questo ruolo.
Ma ora c'è un altro dramma in corso,
E licenzimi questa volta.

Ma il programma delle azioni è pensato,
E l'inevitabile fine della strada.
Io sono uno, tutto affoga nel fariseismo.
Vivere la vita non è un campo da attraversare.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Mikhail Lermontov