boiardo Orsha

E ha detto Orsha: "Mi ha noioso,
Tutti i pensieri odne nero.
Ottenere uno sguardo più da vicino la panchina,
E la tristezza spargere il mio discorso ...
forse, racconto di iniziare
A proposito di quei primi giorni d'oro,
e io, ricordando i vecchi tempi,
Sotto le fondamenta di parole discorso tvoih ".

E in panchina sedeva Sokol
E così ha iniziato:

"C'è stato lontano
Nel principato trentesima da qui
Il grande e saggio re.
Non nei nostri giovani giorni, qualsiasi vecchio tempo
Nessuno ha mai visto lussureggiante
le sue stanze, - e molti giorni
Il divertimento della sua vita scorreva,
Fino a quando il bambino non è cresciuto.

"Il re era debole e fragile e vecchio,
Una figlia fragile perché le merci!
la sua, come il migliore vostro diamante,
Si nascose agli occhi valorosi;
E sua figlia la principessa
Ho guardato un giorno così buio della notte,
E bacio bellezza poteva
Solo brezza migratori.

"E il re dei tre volte al giorno
Sono andato a guardare la sua figlia;
Ma anche pensare che improvvisamente nel buio della notte
sguardo, mladaya come figlia addormentata.
d'argento ha preso la sua chiave,
Stivali, seta rimossi,
E qui si tratta nella torre,
Dove nascosta bellezza-princess!..

"È andato - in salotto silenzio,;
Figlia addormentata dolcemente, ma non uno;
Appoggiato sul suo seno la testa,
Con il suo sposo regale giovane.
E ha fatto arrabbiare il re allora,
E comandò senza processo
Insieme in un barile di catrame
E partì nel mare blu ... "

E rapidamente sulle labbra dello schiavo,
E 'come una lotta segreta
A quel tempo è stato realizzato in,
Un sorriso è scoppiata - e poi
Alzò gli occhi al cielo,
Sospirò e tacque. "Go, falco! -
Lui agitò la mano tremante,
disse lord, - un'ora
Racconta una storia fino alla fine
A proposito di padre offeso!»

E le rughe del vecchio,
Come l'ombra di una nuvola, leggermente
ombra corso di sventura nero,
Allarmato mente e veloce
Vicino prevedeva un sacco di guai.
ha vissuto: Sapeva che il popolo e la luce,
Egli male non poteva essere sorpresi;
Bene bene per un lungo periodo non ci credeva,
Non credevo, solo perché,
Ho creduto una volta l'intero!

Ed è scoppiata nel resto delle forze,
Saltò con un letto morbido,
cappotto Sable sulla spalla
Gettò - una candela in mano,
E tremore è presto
Con il salone alla figlia.
passi scale ripide
Sotto la tomba del suo piede
Skrypyat - e candela per due volte
Dalle mani non è sceso quasi.

egli vede: infermiera in un angolo
Si siede su un vecchio tronco
E dormire profondamente, e talvolta
Nel sogno, lui scuote la testa;
esso, presentimento avvolto,
Per un momento ha tenuto il suo sguardo
E per - ma, Si sentirà il suono della,
La vecchia si svegliò all'improvviso,
attraversamento, poi
Ancora una volta ho dormito sonni tranquilli,
e, impegnato con il suo sogno,
Anche in questo caso lei scosse la testa.

Vale la pena signore alla porta
Svetlitsa sua figlia,
E ha messo il suo orecchio acuto
Il castello - e pensa il vecchio:
"Non! IMMACOLATA mia figlia,
E tu, falco, sei uno schiavo, serpente,
per aver osato, il suo suggerimento sornione
Ricevere una lezione fatale!»
Ma poi ... guai, della vergogna!
Egli può ascoltare una conversazione tranquilla!..

1-e la voce

oh! Tempo metereologico, Arsenij mia!
Ieri si ha un ben diverso.
Una giornata senza di me - e un momento con me?..

2-e la voce

Non piangete essere consolato ...! - l'ora -
E il mondo sarà nulla per noi.
Lo sconosciuto, ma il lato vicino
Saremo lieti odne,
E non uno schiavo che si abbraccio
Tra il buio di mezzanotte.
Da, ti ricordi, come un monaco
Ho portato tuo padre
Gli porse la borsetta,
Da allora, riflessivo, solitario,
Voglia di libertà tomim,
Ma un dolce voce tua
E brillare gli occhi angelici
Ho incatenato la mia prigione,
Sono venuto con la loro terra d'origine
mai lasciare, ma si!..
E presto ero nei boschi di altri
Ho trovato un compagno focoso,
impavido, solido, come damasco.
La legge umana non è sacro per loro,
Guerra - il loro paradiso, e il mondo - il loro inferno.
Ho dato loro l'anima in pegno,
Ma tu sei il mio - e io sono ricco!..

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Mikhail Lermontov
Aggiungi un commento