C. n. Karamzina (10 maggio 1841 g. Da Stavropol a San Pietroburgo)

il 10 più.
Sono appena arrivato a Stavropol, lei cara Sophie M, Ho reparts lo stesso giorno per la spedizione con Stolipine Mongo. augurarmi: la felicità e un leggero infortunio, questo è tutto ciò che mi può desiderare di meglio. Spero che questa lettera si trova ancora a St. Pietroburgo e che, quando lo si legge vado fino alla violazione Черкей. Come avete profonda conoscenza della geografia Io non vi invito a guardare la mappa, per sapere dove si trova; ma per aiutare la memoria devo dire che è tra il Mar Caspio e il Mar Nero, appena a sud di Mosca, e appena a nord dell'Egitto, e soprattutto abbastanza vicino a Astrakhan, si sa così bene.
Non so se durerà; ma durante il mio viaggio ero posseduto dal demone della poesia, lo stesso, vermi. Ho riempito la metà di un libro che mi ha dato Odoevsky, che probabilmente mi ha portato felicità; Sono andato fino a rendere Francese, – oh! depravazione! Se si desidera che io scriverò qui; sono molto attraenti per i primi versi; e nel tipo di Parny, se si sa.

The Waiting
Mi aspetto che nella pianura scuro;
In lontananza vedo calce ombra,
un'ombra, che viene delicatamente ...
Eh non! – trompeuse espérance! -
Questo è un vecchio salice, quell'equilibrio
Il suo tronco appassito e brillante.

mi appoggio, lungo e Ascolto;
Mi sembra di sentire sulla strada
il suono, non un prodotto leggero ...
Non, non è niente! Questo è nel muschio
Il suono di una foglia, che spinge
La notte vento profumato.

Pieno di tristezza amara,
Mi sdraio nell'erba fitta
E addormentarsi in un sonno profondo ...
Tutto ad un tratto, Tremblant, mi sveglio:
La sua voce ha parlato nel mio orecchio,
La sua bocca mi baciò sulla fronte.

Si può vedere come questo salutare influenza ha avuto su di me primavera, la stagione incantata, dove si trova il fango per le orecchie, et le moins de fleurs possible. – Donc, Parto stasera: Confesso che io sono abbastanza stanco di tutti questi viaggi che sembrano estendersi verso l'eternità. - Volevo scrivere anche poche persone
Petersburg, tra cui M-me Smirnoff, ma io non so se che le azioni avventate sarebbe gradito, È per questo che mi astengo. Se mi si risponde, parlando a Stavropol, в штаб генерала Грабе - ho organizzato per voi inviato le mie lettere - bye; i miei rispetti a compiacere tutto tuo; e tuttavia addio - si indossa bene, Sii felice e non mi dimentichi.
T a V Lérmontof.

traduzione

10 maggio.
Sono appena arrivato a Stavropol, Gentile M-lle Sophie, e ho inviato lo stesso giorno della spedizione con Mongo Stolypin. Augurami: la felicità e del polmone lesioni, questa è la migliore, Posso soltanto augurarmi. Spero, che questa lettera si trova ancora a San Pietroburgo e in quel momento, quando si legge il suo, Io assalto il Cherkio. Dal momento che si dispone di una profonda conoscenza della geografia, Io non suggerisco di guardare una mappa, per scoprire, dove si trova; ma, per aiutare la memoria, Io vi dico, che si trova tra il Mar Caspio e il Mar Nero, un po 'più a sud di Mosca, e un po' più a nord d'Egitto, e soprattutto molto vicino a Astrakhan, che si conosce così bene.
Non lo so, se continuerà; ma durante il mio viaggio ho preso possesso del demone della poesia, o - poesie. Ho riempito la metà del libro, che mi ha dato Odoyevski, che cosa, probabilmente, Mi porta la felicità. Sono andato finora, che ha cominciato a comporre versi francesi, – о падение! Se permetterete, Io li scrivo qui; sono molto belle per le prime poesie nel genere degli Uomini, se si sa.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Mikhail Lermontov
Aggiungi un commento