C. la. Raevskii (La prima metà di marzo, 1837 r. A San Pietroburgo)

Caro amico Sviatoslav.
Non potete immaginare, mi hai fatto felice nella sua lettera. Ero sulla coscienza tua miseria, Ero tormentato dal pensiero, che lei soffre per me. dare a Dio, per le vostre speranze si avverano. La nonna è occupato a Dubbelt, e anche Atanasio A.. Per quanto mi riguarda, Ho ordinato il cibo e presto obmundirovku. I commandant, credo che, vi permetterà di vedere - altrimenti, verrò e così. Oggi sono stato mandato a parlare, quindi non sono andato, non ancora mi manifesterò a Kleinmichel, per lui è ora il mio capo <…>. Oggi ero in Atanasio Alekseevicha, e lui mi ha chiesto di non prendere rischi senza il permesso del comandante - e vuole chiedere per essa. Se non si consente, Vengo tutto. Cosa Krajewski, Mi è stato criticato per essere, che hai sofferto a causa mia? – Мне иногда кажется, il mondo intero è girato contro di me, e se ciò non fosse molto lusinghiero, a destra, Sarei sconvolto ... Addio, un mio amico. Vorrei scrivere a voi le meraviglie del paese - est. Ho confortato le parole di Napoleone: I grandi nomi sono in Oriente. vedere: tutte sciocchezze. addio, tuo per sempre
M. Lérmontof.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Mikhail Lermontov
Aggiungi un commento