M. la. Lopukhina (fine 1838 r. Da San Pietroburgo a Mosca)

Molto tempo fa, caro amico e un buon, Ho scritto a voi e che mi hanno dato notizia della tua cara persona e tutto tuo; Spero anche che la vostra risposta a questa lettera non sarà lunga attesa: c'è presunzione in questa frase, che dici; ma ti va male. So che siete convinti che le vostre lettere mi danno grande piacere, come si usa il silenzio come punizione; ma io non merito questa punizione perché ho sempre pensato a te, prova: Ho chiesto un un anno e mezzo, - rifiutare, di 28 giorni - ha rifiutato, di 14 giorni - il Granduca si sono rifiutati di anche; Per tutto questo tempo sono stato nella speranza di vederti; Proverò di nuovo - Dio, per favore, riesce. - Devo dirti che sono il più infelice degli uomini, e credetemi quando vi dico che sto andando ogni giorno per la palla: Ho iniziato nel grande -monde; per un mese ero nella moda, mi strappò. Almeno è franco. - A tutti quelli che ho insultato nelle mie battute piace circondarmi di lusinghe; le donne più carine mi chiedono dei versi e se ne vantano come un trionfo. - Tuttavia sono annoiato. - Ho chiesto di andare nel Caucaso - ha rifiutato. - Non sarà nemmeno mi permette di uccidere. forse, caro, queste denunce non appaiono voi in buona fede? - forse ti sembrerà strano che uno cerchi piaceri per annoiarsi, si corre salotti quando non c'è niente di interessante? - beh, ti dirò il motivo: si sa che la mia più grande debolezza è vanità e l'amore di sé: ci fu un tempo in cui ho cercato di essere ammesso a questa società come novizio, Non ci sono riuscito; porte chiuse aristocratiche a me: e ora io entro lo stesso sia nella società Solicitor, ma un uomo che ha conquistato i suoi diritti; Mi emoziona la curiosità; Mi guardiamo, ci impegniamo tutti, senza che faccio mio lo stesso desiderio; le donne che desiderano avere una vita notevole mi vogliono, perché io sono anche un leone, sì, me - il vostro Michel, bravo ragazzo, che non hai mai creduto a una criniera. - D'accordo che tutto questo può essere inebriante. Per fortuna la mia pigrizia naturale prende il sopravvento; e gradualmente ho iniziato a trovare tutto troppo insopportabile: ma questa nuova esperienza mi ha fatto bene, nel senso che mi ha dato le armi contro questa azienda, e se lei mi segue dalle sue calunnie (che cosa accadrà) Avrò almeno avere i mezzi per vendetta; certamente da nessuna parte, perché c'è così tanto viltà e ridicolo. Sono sicuro che non lo dirai a nessuno il mio vanto, perché troviamo ancora me più ridicolo di quello che è, e poi con te mentre parlo con la mia coscienza, ed è così dolce di risate sotto le briguées mantello cose ed invidiato da pazzi, con qualcuno che, sappiamo, toujors è pronto a condividere i tuoi sentimenti; ti parlo è, caro, Io vi dico, perché questo passaggio è così poco scuro.
Ma si scriverà per me non è vero? - Sono sicuro che non mi hai scritto per qualche serio motivo? - Sei malato? Ci sono tutti malati in famiglia? temo. Mi è stato detto qualcosa di simile. Nella prossima settimana Attendo vostra risposta, che spero non sarà inferiore a mia lettera, e certamente meglio scritta, perché temo che non si sa decifrare fango.
addio, caro, Forse, se Dio vuole premiare me sarò in grado di avere un mezzo, e poi sarò sempre sicuri di tale cosa-risposta.
I miei saluti a tutti quelli che non mi hanno dimenticato. - Distinti
M. Lérmontof.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Mikhail Lermontov
Aggiungi un commento