M. la. Lopukhina (2 settembre 1832 r. Da San Pietroburgo a Mosca)

Trasferimento

2 settembre.
Ora ho cominciato a disegnare qualcosa per voi e per, può essere, Io ti mando una foto con la stessa lettera. L'hai fatto, caro amico, Scriverò a voi? A singhiozzo - una lettera a volte richiedere diversi giorni; Verrò con l'idea, La scriverò; se qualcosa di straordinario prende la mia mente, Condivido con voi. Sei soddisfatto di questo?
Per le ultime settimane, Come ci separammo, e, può essere, permanentemente, perché di fronte non vedo nulla di particolarmente confortante; ma io sono sempre lo stesso, contrariamente alle ipotesi di alcuni furbi, che non si chiamerà. Potete immaginare la mia gioia, quando ho visto Natalia Alekseevnu, era venuta fuori delle nostre sedi, perché Mosca è la mia casa e rimarrà sempre. Ci sono nato, там много страдал и там же был слишком счастлив! – лучше бы этих трех вещей не было, ma cosa fare!
M-lle Annette mi ha detto, che non è ancora stato cancellato dalla parete della famosa testa! - ambizione Miserable! Mi ha fatto felice, inoltre come! Che stupido passione di lasciare tracce della loro presenza in tutto il mondo! Vale la pena la mente umana, come se può essere significativo, vera correzione è solo per il bene di, per diventare anime più chiare; presumibilmente, che le persone non sono fatte per pensare, perché l'idea di un forte e libera - quindi per loro una rarità!
Ho impostato ad occupare con le sue lettere e poesie; non è molto amichevole e non ha nemmeno umanamente, ma ognuno deve seguire il suo destino.
Ecco i versi, Ho scritto al mare:

Lunga e tortuosa strada ...

addio, addio, - Non mi sento bene abbastanza: sogno felice, sogno divino rovinato tutta la mia giornata ... Non posso dire di no, non leggere, né scrivere. La cosa strana è che questi sogni! Il rovescio della vita, spesso più piacevole, della realtà ... perché non condivido il punto di vista di coloro che, che dice, se la vita è solo un sogno; Sto abbastanza palpabile sentire la sua realtà, suo vuoto seducente! Non potrò mai allontanarsi da lei così, così dal cuore il suo disprezzo, Per la mia vita - mi, il, che parla a voi, - e che in un attimo può diventare nulla, un nome, vale a dire, ancora una volta, a nulla. Dio sa, se c'è una vita "me" dopo! Mi vengono i brividi a pensare, che un giorno, quando non si può dire: io! Con questo pensiero l'universo è solo un grumo di sporcizia.
Addio, non dimenticate di ricordarmi a suo fratello e le sorelle, cugino stesso, credo che, Lui non è tornato.
Raccontare, cara Miss Mary, Ti consegnato mio cugino, Mr. Evreinov, le mie lettere e come ti è piaciuto? Perché in questo caso, scelgo il mio termometro.
Addio.
Il sottoscritto Lerma.
R. S. Mi piacerebbe davvero farti una piccola domanda, ma la penna si rifiuta di scrivere. Se si indovina a destra - buona, Sarò felice; se non - allora, Pongo questa domanda, ancora non sono stati in grado di rispondere.
E 'questo tipo di domanda, che, può essere, e non si può pensare di!

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Mikhail Lermontov
Aggiungi un commento