la. e. Turgenev (dicembre 1839 r. A San Pietroburgo)

Egregio Signore
Alexander!
Vi mando la strofa, di cui mi parlaste ieri, noti per uso, se è questo il vostro culto.

... "Egli è stato omicida a sangue freddo
Navel soffiare - non c'è salvezza!
Un cuore vuoto è calmo,
La mano non vacillò pistola.
E che un miracolo? - editore,
Come centinaia di fuggitivi,
Per catturare i soldi e ranghi,
ci ha abbandonati per volontà del destino,
che ride, egli coraggiosamente disprezzava
terra straniera la lingua ei costumi;
Non ho potuto risparmiare la nostra gloria,
Non riuscivo a capire in questo momento sanguinosa
cosá Alzò la mano!»

Dietro a questo vi rimarrà per sempre fedele e riconoscente
Lermontov.
Sul retro:
sua Eccellenza
Egregio Signore
Aleksandr Ivanovic
Turgenev.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Mikhail Lermontov
Aggiungi un commento